Il valore dello sport

L'Unione Sportiva Sarmeola ha fatto suo il concetto di sport alla base della linea guida adottata dal Comune di Rubano che qui viene pubblicata in modo integrale.

Lo Sport è qualsiasi forma di attività fisica che, attraverso una partecipazione organizzata o non, abbia per obiettivo l’espressione o il miglioramento della condizione fisica e psichica, lo sviluppo delle relazioni sociali o l’ottenimento di risultati in competizioni di tutti i livelli. 

VALORI
Lo Sport racchiude in sé valori che trovano nella sua stessa pratica il più naturale degli ambiti di applicazione:
• lealtà, onestà, legalità, correttezza e sportività, rispetto delle regole;
• umiltà, coraggio, rispetto di se stessi e degli altri, tolleranza, solidarietà; • spirito di sacrificio, tenacia, forza di volontà e resilienza;
• motivazione, disciplina, sana competizione, spirito di squadra. In uno sport praticato correttamente questi valori sono indispensabili:
• per i piccoli come per i più grandi;
• per chi fa sport per puro divertimento o per chi vuole diventare un grande campione.

DIRITTI
Chi pratica lo Sport deve avere il diritto di:
• divertirsi e giocare come un bambino;
• fare lo Sport;
• beneficiare di un ambiente sano;
• essere trattato con dignità;
• essere allenato e circondato da persone qualificate;
• seguire allenamenti adeguati ai propri ritmi;
• misurarsi con atleti che abbiano la stessa probabilità di successo;
• partecipare a gare adeguate;
• praticare il suo Sport nella massima sicurezza;
• avere tempi di riposo;
• non essere un campione.
Si recepiscono le indicazione contenute nella Carta dei diritti del bambino nello Sport che possono valere per qualsiasi età.

DOVERI DELL’ENTE PUBBLICO
L’ente locale ha l’obbligo di garantire adeguati spazi affinché le scuole possano svolgere l'attività curriculare di educazione fisica. L’Amministrazione Comunale si adopera anche per mettere a disposizione di tutti i cittadini degli impianti sportivi che consentono lo svolgimento dell’attività sportiva in sicurezza e nel rispetto dei regolamenti emanati dalle federazioni delle diverse discipline sportive riconosciute dal CONI.

FINALITA'
A seguito di:
• quanto iniziato a discutere in “Consulta dello sport" “La consulta dello sport ha lo scopo di favorire il coinvolgimento più ampio possibile delle varie componenti del mondo dello sport e delle agenzie impegnate nella formazione fisica, sociale e ricreativa della persona, e di analizzare la realtà del territorio e formulare proposte per la promozione delle attività sportive e ricreative.”
• quanto elaborato negli incontri delle società sportive che si sono tenuti in occasione della visita pastorale di Mons. Antonio Mattiazzo vescovo di Padova nel nostro vicariato nell’anno 2010; in occasione di tale visita fu affrontato dalle società sportive del vicariato il tema dello sport come valore educativo. L’incontro fu partecipato quasi esclusivamente da società sportive operanti nel territorio di Rubano.
• quanto discusso in incontri promossi da varie associazioni e/o con esperti del settore, in particolare gli incontri promossi da “Sport In Formazione” e con il prof. Roberto Mauri.
• quanto è stato elemento di discussione e condivisione con molte società sportive anche singolarmente

Questa Amministrazione fa proprio quanto esposto in premessa e ritiene di impegnarsi affinché lo Sport continui ad essere un’importante Agenzia Educativa e Formativa che mette al centro l'uomo nella sua completezza.

Soprattutto per i più giovani, l’amministrazione comunale ritiene di operare in ambito sportivo per favorire:
• la salute
• la formazione civica
• la socializzazione

Lo sport è:
• movimento: fisico e mentale, evoluzione e cambiamento;
• gioco: ricreazione e svago, divertimento e sana competizione;
• agonismo: l'opportunità attraverso il confronto con altri di misurarsi e quindi la ricerca di un continuo miglioramento.

Grazie alla sua attrattività, lo sport ha, per bambini, ragazzi e giovani un vantaggio rispetto agli altri ambiti formativi; è necessario che questa condizione di favore sia sfruttata pienamente, in particolare per :
• portare avanti, oltre alla sola attività motoria, una proposta sportiva con valenza superiore in ambito educativo e formativo;
• mettere in campo ogni sforzo perché vi sia il miglior rapporto possibile con le altre Agenzie Educative prime fra tutte la Famiglia e la Scuola;
• collaborare con le Amministrazioni e le società sportive dei Comuni limitrofi in modo da avere una migliore gestione ed ottimizzazione di risorse e degli impianti sportivi per avere una migliore offerta di servizi;
• promuovere Attività Sportive per tutta la popolazione, indirizzando a stili di vita sani e volti a ridurre la sedentarietà e a salvaguardare la Salute dei cittadini di tutte le fasce di età;
• sensibilizzare con proposte che aiutino le società sportive ad affrontare con maggior attenzione il tema della disabilità. Promuovere e sostenere attività propedeutiche ad un maggiore impegno nei confronti di persone disabili confacendosi meglio così con la definizione di uno sport per tutti. 

[...]

LE SOCIETA SPORTIVE
Le società sportive sono strutture organizzate che hanno nella loro missione il fatto di far praticare sport ai cittadini.
Le società sportive devono rispondere ai seguenti requisiti:
• Essere Iscritti al Registro nazionale delle associazioni e società sportive tenuto dal Coni;
• Disporre di uno statuto compatibile con lo standard Coni; ? No scopo di lucro ? Democraticità
• Rispettare quanto previsto dalle normative del Coni, delle federazioni sportive e/o degli enti di promozione sportiva alle quali è associata.
• Avere tutti gli atleti dotati di visita medica idonea allo sport praticato;
• Assicurare tutti gli atleti che svolgono l'attività sportiva ;
• Accogliere fra i propri atleti chiunque vuole praticare Sport senza differenze e discriminazioni tra donne uomini, abilità, cultura, etnia, religione, provenienza sociale, possibilità economiche od orientamento politico
• Operare prioritariamente su base di volontariato
• Favorire l’inserimento di atleti provenienti da famiglie in difficoltà economica.
• Rispettare gli impegni presi con i propri tesserati e con le istituzioni con cui si opera;
• Avvalersi di dirigenti capaci di portare avanti i concetti previsti dal proprio Statuto ed allontanare chi opera in difformità a tali principi.
• Rifuggire in ogni modo l’uso di droghe, di materiali dopanti o di quanto atto ad alterare il risultato sportivo.
• Promuove il rispetto degli avversari, della classe arbitrale e del pubblico. • Promuove il recupero della disabilità attraverso lo sport.
• Promuove la solidarietà verso le persone bisognose anche operando fuori dallo sport.
• Garantire l’integrità di quanto ha in uso e opera per migliorarne l’efficienza Inoltre, se la Società Sportiva opera con atleti minorenni:
• recupera la propria vitalità e sviluppa la sua appartenenza al territorio come comunità dinamica, aperta; dialoga con le altre agenzie educative presenti alla ricerca di possibili sinergie: famiglia, scuola, comunità religiosa, servizi sociali, assessorato allo Sport e alle politiche giovanili.
• Tendenza a sostenere le diverse fasce di età del settore giovanile (<8, <10, <12, <14, <16, <18, <20)
• fa conoscere ai genitori il ruolo educativo dello sport, dotandosi di un Progetto Educativo da offrire loro; li coinvolge nelle scelte educative, creando solidi rapporti interpersonali e momenti formativi comuni.
• favorisce la partecipazione più larga possibile dei genitori alla propria attività
• si avvale di allenatori preparati (abilitazione federale) e dotati di capacità compatibili con l’età degli atleti a loro affidati.
• possiede una sola squadra, oltre a quella relativa al settore giovanile, maschile e/o femminile. Tale squadra deve avere in rosa almeno un quarto di atleti provenienti dal proprio settore giovanile. Infatti, è ammessa una seconda squadra non appartenente al settore giovanile costituita da atleti di età media inferiore a 25 anni provenienti per almeno ¼ della squadra dal settore giovanile.
• lavora per garantire una continuità di percorso del ragazzo da 8 anni fino alla prima squadra
• favorisce la formazione a tutti i livelli.
• Promuovere la partecipazione delle diverse squadre, soprattutto di quelle giovanili, a manifestazioni organizzate in ambito federale o ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI
• Promuovere uno sport per tutti quale elemento di reale inclusione sociale che avvicini atleti disabili e non disabili Visto che la società sportiva è fatta di persone, ogni persona che opera nella società, sia esso dirigente, allenatore, atleta, genitore o semplice simpatizzante, si impegna a far sue queste regole.

[...]

L'Unione Sportiva Sarmeola (U.S.Sa.) a.s.d. è affiliata con

CONI
FIJLKAM
FITET
Vergati Ascensori

UNIONE SPORTIVA SARMEOLA ASD via Della Provvidenza 98 SARMEOLA DI RUBANO

Finora ci avete visitato in 939.

Sito generato con sistema PowerSport